Qualità - Descrizione dei parametri

Fluoruro

Il fluoro, o la sua forma attiva, il fluoruro, non è più considerato un minerale essenziale per l’esistenza umana. Tuttavia, esso è presente nel suolo, nell’acqua, nelle piante e in tutti i tessuti animali. 

Il fluoro è presente in piccole quantità in quasi tutti i tessuti umani ma soprattutto nello scheletro e nei denti. Il contenuto del minerale nel corpo dipende soprattutto dal consumo di acqua e dal tipo di alimentazione. Il fluoro è presente nel corpo sotto forma di composti chiamati fluoruri.

Il fluoro contribuisce anche a ridurre la formazione di acidi nel cavo orale causati dai carboidrati, riducendo in questo modo la possibilità di danneggiare lo smalto dei denti. Sebbene limitate quantità di fluoro siano benefiche per il corpo, quantità eccessive sono invece chiaramente dannose. 

Il Decreto Legislativo n°31 del 02/02/2001, relativo alla qualità delle acque destinate al consumo umano, fissa il limite di 1,50 mg/l.

Tra gli alimenti ricchi di fluoro ricordiamo il pesce e i frutti di mare, il latte, il formaggio, la carne e il the.